Stefano Profeta

contrabbasso

inizia a nove anni lo studio della chitarra classica; in seguito studia contrabbasso presso il Conservatorio di Alessandria, laureandosi a pieni voti in contrabbasso jazz e in musica jazz, popular e musiche improvvisate con specializzazione in composizione e arrangiamento jazz. Dopo alcuni soggiorni in India comincia lo studio del sitar e delle forme ritmiche legate alle tabla, approfondendo poi la conoscenza della musica indiana seguendo i corsi del Centro Studi Orientali e Mediorientali di Torino. Numerosissime le sue collaborazioni, fra cui quelle con John Riley, Alberto Mandarini, Kyle Gregory, Gianluigi Trovesi, Gianni Cazzola, Sandro Gibellini, Maria Pia De Vito, Joe Magnarelli e molti altri. All’attività jazzistica affianca spesso lavori in studio e tour di musica leggera (Finardi, Farassino e altri). Ha scritto e arrangiato musica per numerosi spettacoli teatrali. Ha al suo attivo una discografia di 23 CD fra produzioni di musica jazz, pop, classica ed etnica.