Paola Ventrella

tiorba

si laurea in liuto sotto la guida di Franco Pavan al Conservatorio di Verona, perfezionandosi poi con Massimo Lonardi, Evangelina Mascardi, Hopkinson Smith e Paul O’Dette. Ha suonato per importanti istituzioni e festival in Italia e all’estero tra cui Grandezze e Meraviglie, Festival di Musica Antica di Urbino, Accademia Filarmonica Romana, Pavia Barocca, Ravello Festival, Monteverdi Festival, Actus Humanus di Danzica, Oude Muziek di Utrecht e Concertgebouw di Amsterdam. Come continuista ha collaborato con l’orchestra Orfeo Futuro, La Lira di Orfeo, Coin du Roi, la Cappella Neapolitana, la Cappella Santa Teresa dei Maschi, Orchestra del Teatro Regio di Torino e si è esibita con alcune delle più celebri voci del panorama barocco internazionale tra cui Maria Cristina Kiehr, Emma Kirkby, Roberta Invernizzi e Sara Mingardo. Con la Cappella Neapolitana di Antonio Florio ha registrato per la casa discografica Glossa La Santissima Trinità (2014) e Passione secondo Giovanni (2016) di Gaetano Veneziano. Ha collaborato con l’attore Paolo Panaro e con il centro Diaghilev nella messa in scena de Lo cunto de li cunti di Basile e della Cronaca del Convento di Santa Pasca di Dandolfi.